reggimenti artiglieria regio esercito

Gruppo artiglieria da montagna "Lanzo" (Belluno, 1953-1975) (inquadrato nel 6º Reggimento artiglieria da montagna) (Motto: Gruppo artiglieria da montagna "Lanzo" (Belluno, 1975-1992) (autonomo, mantiene le tradizioni del 6º Reggimento artiglieria da montagna), Brigata artiglieria da montagna "Mondovì" (1901-1910) (inquadrata nel Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Mondovì" (IV) (1910-1923) (inquadrato nel 1º Reggimento artiglieria da montagna), III Gruppo artiglieria da montagna (1923-1926) (inquadrato nel 1º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Mondovì" (1926-1933) (inquadrato nel 1º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Mondovì" (1934-1943) (inquadrato nel 4º Reggimento artiglieria da montagna), Brigata artiglieria da montagna "Oneglia" (1901-1910) (inquadrata nel Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Oneglia" (1910-1915) (inquadrato nel 1º Reggimento artiglieria da montagna). Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta l'8 dic 2020 alle 14:42. 21º RA "per Divisione motorizzata "Po" (Piacenza, 1936-1939) (Motto: 21º RAP (Bologna, Modena, Forlì, 1950-1960), GA da campagna "Trieste" (Bologna, 1960-1975), 21º GA da campagna "Romagna" (Bologna, 1975-1991), 21º GA da campagna semovente "Romagna" (Bologna, 1991-1993), 22º RA per Divisione di fanteria (Palermo, 1934-1937). artiglieria da montagna: benché l'esercito comune imperial regio non disponesse nel 1914 di reparti da montagna veri e propri ma solo di truppe addestrate a operare in zone montuose, disponeva però di 3 brigate di artiglieria dotate di materiali e equipaggiamenti adatti a supporto di fuoco in zone impervie. Fu costituito nel 1888 come reggimento di artiglieria da campagna del Regio Esercito, fino al 1943. La proclamazione di questo editto è considerata il momento fondante dell'artiglieria italiana. Come arma effettiva essa è tuttavia sorta soltanto il 27 agosto 1774, con la denominazione di "Corpo reale di artiglieria", ma una relativa scuola di artiglieria e di costruzione delle fortezze era stata costituita già nel 1739. Servizi Divisionali. (Motto: 9º GA da campagna semovente "Brennero" (Bressanone, 1975-? 22º RA "Vespri" (Palermo, 1937-1939) (Motto: 24º RAP (Napoli, Schio, Messina, 1888-1934) (Motto: 24º RA per Divisione di fanteria (Messina, 1934-1935). ", 235º Reggimento artiglieria semovente "Ariete II", 1º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 2º Reggimento artiglieria da campagna semovente "Potenza", 3º Reggimento artiglieria pesante campale, 4º Reggimento artiglieria pesante campale, 5º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 6º Reggimento artiglieria pesante campale, 7º Reggimento artiglieria di corpo d'armata, 1º Gruppo artiglieria controaerei leggero "Marmore", 9º Gruppo artiglieria pesante campale "Foggia", 11º Reggimento artiglieria da campagna semovente "Teramo", 12º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 11º Raggruppamento artiglieria di Corpo d'Armata, 13º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 14º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 15º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 16º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 20º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 21º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 22º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 24º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 26º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 29º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 30º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 40º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 41º Reggimento artiglieria di Corpo d'Armata, 42º Raggruppamento artiglieria di Corpo d'Armata. Costituito come 17º reggimento artiglieria da campagna nel 1888 di stanza a Novara. Artiglieria . È nata dalla fusione della componente dell'Armata sarda con quella degli stati dell'Italia centrale e meridionale, avvenuta con decreto del ministro della guerra, generale Manfredo Fanti, il 24 gennaio 1861. I reggimenti del Genio vivono una storia decisamente complicata. Anche all'interno dell'Arma di artiglieria venne eliminato il livello reggimentale e i numerosi battaglioni portarono avanti le tradizioni dei reggimenti di un tempo. Storia. 1º RA "Cacciatori delle Alpi" (Foligno, 1935-1943) (Motto: 1º RAZ "Pozzuolo del Friuli" (Civitavecchia, 1953-1958), 3º RA "Di Fossalta" (Motto: Ardoris peritus), 5º RA / Reggimento da campagna (Venaria Reale, 1860-1870). L'Aviazione dell'Esercito (AVES) si articola oggi in reggimenti AVES, gruppi squadroni e squadroni (più che altro un'unità amministrativa). 17º RA da campagna (Novara, Monfalcone, Novara, 1888-1934) (Motto: 17º RA per Divisione di fanteria (Novara, 1934-1935). ), Gruppo artiglieria da montagna "Valle Isonzo" (1939-1940) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria alpina, poi nel 2º Gruppo alpini (Campagna di Francia)) (ricostituito nel 1941) [1941 Grecia; 1942 Montenegro], Gruppo artiglieria da montagna "Val Piave" (1939-1940) (inquadrato nel 5º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Val Tagliamento" (1940-1942) (autonomo?). 3º RA da montagna (Tolmezzo, 1992-2000) (Motto: 5º RAA "Pusteria" (Belluno, 1935-1943) (Motto: GA da montagna "Bergamo" (Silandro, 1975-1992), Brigata artiglieria da montagna "Torino-Aosta" (1901-1910) (inquadrata nel RA da montagna), GA da montagna "Torino-Aosta" (II) (1910-1923) (inquadrato nel 1º RA da montagna), I GA da montagna (1923-1926) (inquadrato nel 3º RA da montagna), GA da montagna "Aosta" (1926-1929) (inquadrato nel 1º RA da montagna), GA da montagna "Aosta" (1929-1934) (inquadrato nel 2º RA da montagna), GA da montagna "Aosta" (1934-1943) (inquadrato nel 1º RA da montagna), GA da montagna "Aosta" (1951-1975) (inquadrato nel 1º RA da montagna), GA da montagna "Asiago" (1952-1975) (inquadrato nel 2º RA da montagna), Brigata artiglieria da montagna "Belluno" (1909-1910) (inquadrata nel 2º RA da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Belluno" (VIII) (1910-1923) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna) [1915-1918 Fronte orientale], Gruppo artiglieria da montagna "Belluno" (1923-1926) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Belluno" (1926-1929) (inquadrato nel nuovo 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Belluno" (1929-1935) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Belluno" (1935-1943) (inquadrato nel 5º Reggimento artiglieria alpina), Gruppo artiglieria da montagna "Belluno" (1947-1951) (autonomo), Brigata artiglieria da montagna "Bergamo" (1909-1910) (inquadrata nel 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Bergamo" (1910-1915) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Bergamo" (XI) (1915-1926) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna) [1915-1918 Frontiera orientale], Gruppo artiglieria da montagna "Bergamo" (1926-1943) (inquadrato nel nuovo 2º Reggimento artiglieria da montagna) [1940 Fronte occidentale; 1940-1941 Grecia, Albania; 1942-1943 Russia], Gruppo artiglieria da montagna "Bergamo" (1951-1952) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Bergamo" (1953-1975) (inquadrato nel 5º Reggimento artiglieria da montagna). Nel 1940, inquadrato nella 2ª Divisione fanteria "Sforzesca", combatté sulle Alpi francesi e poi inviato sul fronte greco-albanese. 132^ Compagnia Mista Genio motorizzata. STATO MAGGIORE REGIO ESERCITO (Gen. Mario Roatta, Monterotondo) 4^ ARMATA – Provenza (Gen. Mario Vercellino, Sospello) Capo di Stato Maggiore: Gen. Alessandro Trabucchi XXII CORPO D’ARMATA (Gen. Alfonso Ollearo, Hyeres) Capo di Stato Maggiore: Col. Mario Mantelli […] 3º RA pesante campale (Cremona, 1926-1934) (Motto: 3º Raggruppamento artiglieria di Corpo d'Armata (Cremona, 1939-1943), 3º RA pesante campale (Vigevano, 1920-1926). Voce principale: Lista dei reggimenti dell'Esercito Italiano. Il 24 maggio 1939, nell'ambito della trasformazione organica dell'Esercito, il 25° Reggimento Fanteria "Bergamo" viene ricostituito e partecipa al secondo conflitto mondiale inquadrato nella Divisione di Fanteria "Bergamo" (15 a) della quale fanno parte anche il 26° Reggimento Fanteria e il 4° Reggimento Artiglieria per d.f. A questi si aggiungono anche i reggimenti di sostegno. 12 reggimenti artiglieria da campagna di corpo d’armata (stato maggiore, 8 batterie, 2 compagnie treno, 1 deposito reggimentale) R eggimento Artiglieria a Cavallo (stato maggiore, 6 batterie, 4 compagnie treno, 1 deposito reggimentale) ... Il Regio Esercito nel 1926. Tra parentesi quadre sono riportate le battaglie più importanti. Inviata in Russia nel luglio 1942, la "Sforzesca" venne impiegata sul fronte del Don. Di seguito l'elenco dei reggimenti dell'Imperial regio Esercito creati dalla costituzione dell'Esercito imperiale austriaco dopo il disfacimento dell'esercito Sacro Romano Impero nel 1806 sino al 1914. Venne ricostituito nel 1947 e nel 1953 venne trasformato in reggimento di artiglieria contraerea. [2], Fornisce due batterie di Stinger per la difesa antiaerea di punto alla Forza di Proiezione dal Mare. Gruppo artiglieria da montagna "Udine" (Tolmezzo, 1957-1975) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna) (Motto: Gruppo artiglieria da montagna "Udine" (Tolmezzo, 1975-1991) (autonomo). 3º RA di Divisione celere "Principe Amedeo Duca D'Aosta" (1934-1942) (Motto: 131º RA di Divisione corazzata "Centauro" (Cremona, 1939-1943) [1939 Albania; 1940 Grecia; 1942 Africa settentrionale; 1943 Tunisia], 131º RAZ "Centauro" (Bracciano, Verona, Vercelli, 1951-1975), 131º GA pesante campale "Vercelli" (Vercelli, 1975-1991), 131º RAN "Centauro" (Vercelli, Barletta, 1992-1996), 132º RA di Divisione corazzata "Ariete" (Rovereto, 1939-1942) [1941-1942 Africa settentrionale], 132º RAZ "Ariete" (Pordenone, Casarsa della Delizia, 1949-1975), 132º GAP "Rovereto" (Casarsa della Delizia, 1976-1981), 132º GA pesante campale "Rovereto" (Casarsa della Delizia, 1981-1993), 6º RA pesante campale (Vicenza, Genova, 1920-1926). Con la legge di ordinamento del 23 giugno 1887 nasce a Torino la specialità di Artiglieria da montagna.Nel 1896 avviene il battesimo del fuoco durante la battaglia di Adua (5ª batteria). 2° V-Shorad, con sistemi a medio raggio Skyguard Aspide. Opera su missili a corto raggio Stinger e Aspide. Bel berretto Bianco da tenente di Artiglieria Alpina da Montagna del Regio Esercito 3° Reggimento della Divisione JULIA Berrettificio UNIONE MILITARE Roma, La celluloide che copre la fodera si è scurita e lascia solo intravvedere la bellissima aquila della fodera in perfette condizioni. 2º RA pesante campale "Vicenza" (Trento, 1992-1996) (Motto: 2º RAT (pesante campale alpina) (Trento, 1996-2015), Brigata artiglieria da montagna del Veneto (Conegliano, 1902-1909), 2º RA da montagna (Vicenza, Belluno, 1909-1926) [1911-1912 G. italo-turca; 1915-1918 Fronte orientale]. I rimanenti reggimenti d'artiglieria (compresa la difesa NBC e l'informazione operativa) dipendono oggi da una brigata di sostegno dell'artiglieria e dalle singole brigate da battaglia. (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Gemona" (1952-1957) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna). Nel 1964 è trasformato in 17º Reggimento Artiglieria Controaerei Leggera con sede a Bologna. GRUPPO D’ARMATE “OVEST” – SCACCHIERE OCCIDENTALE (Gen. Umberto di Savoia Principe di Piemonte, Pocapaglia di Bra). Dal 1860, nello slancio dell'unità risorgimentale italiana, diverse truppe di artiglieria di altri stati peninsulari vennero incorporate nell'esercito piemontese. 52º RAN "Torino" (Brescia, Vercelli, 1992-2001) (Motto: 121º RA di Divisione di fanteria (1941-1942). 34 ... (4 a) della quale fanno parte anche il 33° Reggimento Fanteria e il 28° Reggimento Artiglieria per d.f. In alcuni casi sono citati anche i gruppi poiché nell'Esercito Italiano, per determinati periodi, il livello reggimentale è stato declassato a livello gruppo, che si è però mantenuto autonomo ed ha conservato motto, numero e tradizioni del reggimento originale. Recentemente molti di questi gruppi sono stati riportati a livello di reggimento. 9º RAP (Pavia, Trento, 1873-1934) (Motto: 9º RA per Divisione di fanteria (Trento, 1934-1935). Dal 2001 ha sede a Sabaudia. Attualmente l'equipaggiamento più importante dell'artiglieria italiana è costituito dai lanciamissili MLRS e dagli obici PZH 2000. STATO MAGGIORE REGIO ESERCITO (Mar. (Motto: 11º RA pesante campale (Acqui, 1920-1926), 2º RA Pesante (Motto: Perrumpere nitimur), 3º RA Pesante (Palmanova, Reggio Emilia, 1926-1934) (Motto: Perseverantia omnia trascendo), 3º RAM (Reggio Emilia, 1934-1943) (Motto: Perseverantia omnia trascendo) [1935-1936 Africa orientale], 3º RA Pesante (Brescia, Vicenza, 1955-1959), 3º RA Pesante (Missili) (Vicenza, 1959-1961), 3º RA Missili (Vicenza, Portogruaro, 1961-1975), 3º Gruppo Missili "VOLTURNO" (Oderzo, 1975-1992), 5º RA Pesante (Motto: Perrumpere ad victoriam), 6º RA Pesante (Motto: Vehementius exterrere), 7º RA Pesante (Motto: Omnes difficultates perpetior), 8º RA Pesante (Motto: vigilat finibus fortitudo nostra), 6º Centro Contraerei (Rovigo) (1926-1930) -->, 9º RA Pesante (Rimini, Belluno, 1930-1934) (Motto: Intimas hostium vias igne petimus), 9º RAM (Belluno, 1934-1937) (Motto: Intimas hostium vias igne petimus), 9º RA Pesante (Verona, Trento, 1950-1973), 10º RA Pesante (Motto: Obstacula sternimus ad victoriam), I Raggruppamento Batterie Antiaeree (1917-1919), 8º Centro Artiglieria Contraerei (Roma, 1926-1930), 1º RAV Autocampale (Roma, 1930-1933) (Motto: Tonitru caelum omne impleo), 1º RAV (Rivoli Torinese, Vercelli, 1934-1943), 1º RAV Leggera (Chieri, Albenga, 1947-1951), II Raggruppamento Batterie Antiaeree (1917-1919), 10º Centro Artiglieria Contraerei (Napoli, 1926-1930), 2º RAV Autocampale (Napoli, 1930-1933) (Motto: In alto mirando), III Raggruppamento Batterie Antiaeree (1917-1919), 7º Centro Artiglieria Contraerei (Firenze, 1926-1930) (Motto: Proteggo la mia ala travolgo la nemica), 3º RAV Autocampale (Firenze, 1930-1934) (Motto: Hostium frangimus alas), 3º RAV Pesante (Pisa, 1951-1961) ---> (L'unità si trasforma nel 3º Reggimento Artiglieria pesante campale, nella stessa sede), IV Raggruppamento Batterie Antiaeree (1917-1919), 4º Centro Artiglieria Contraerei (Peschiera del Garda, Mantova, 1926-1930) (Motto: In hostium aquilas ignem ferre (1927)), 4º RAV Autocampale (Mantova, 1930-1934) (Motto: In hostium aquilas ignem ferre), 4º Raggruppamento Artiglieria Contraerei (Mantova, 1942-1943), 4º RAV Leggera (Albenga, Cervignano del Friuli, 1947-1951) (Motto: Col fuoco infango l'ala del nemico), 4º RAV Pesante (Riva del Garda, Verona, 1951-1964) (Motto: Contro l'ala avversa (1953)), 4º RA Missili Contraerei (Verona, Mantova, 1964-1992), V Raggruppamento Batterie Antiaeree (1917-1919), IX Gruppo Contraerei Autonomo (1919-1926), 9º Centro Artiglieria Contraerei (Pescara, 1926-1930) (Motto: Sol con la morte toccherai il mio cielo! ), 5º RAV Autocampale (Pescara, Palmanova, 1930-1934) (Motto: Sidera feriam (1930) - Motto: Inter nubes detonans hostem exterret (1932)), 5º RAV (Padova) (Padova, 1934-1943) (Motto: Inter nubes detonans hostem exterret), 5º RAV "FOLGORE" (Pisa, Padova, Mestre, 1947-1951) [da reparti d'artiglieria del Gruppo di Combattimento "Folgore"], 5º RA Missili Contraerei (Mestre, 1964-1992), 3º Raggruppamento Artiglieria Controaerei (1941-1943) (costituito dal 3º RAV), 1º Centro Artiglieria Contraerei (Rivoli Torinese) (1926-1930), 2º Centro Artiglieria Contraerei (Genova) (1926-1930), I Reggimento Contraerei Autocampale (1930-1934), I RAV Leggera (1947-1951) (Vercelli) (Motto: Tonitro caelum omne impleo), I RAV Pesante (1951-1964) (Motto: Del volo spezzo la superba audacia), 5º Centro Artiglieria Contraerei (Trieste) (1926-1930), 13º Centro Artiglieria Contraerei (Cagliari) (1927-1930), Gruppo Contraerei Autonomo della Sardegna (Cagliari) (1930), LEM Laboratorio Elettronico Mobile (Bologna) (1960-1963), I LEC Laboratorio Elettronico Campale (Bologna) (1963-1966), SzRMEACA Sezione di Riparazione Materiali Elettronici di Artiglieria Contraerea (Bologna) (1966-1976), II LEC Laboratorio Elettronico Campale (Verona) (1960-1965), ReRiMisCA Reparto Riparazioni Missili Contraerei (Verona) (1965-1969), ReRiMisCA Reparto Riparazioni Missili Contraerei (Montichiari) (1969-1973), ReRiMisCA Reparto Riparazioni e Rifornimenti Missili Contraerei (Montichiari) (1973-1996), ReRiMisCA Reparto Riparazioni e Rifornimenti Missili Contraerei (Montichiari) (1996-2001) - assorbe il RRRMaCA (Bologna), RAI (Milano) (1887-1920) (Motto: Igni ferroque tonantes in hostem celerrime volant), Reggimento Artiglieria Misto Autoportato (Milano, 1920-1923), 3º RAD "PRINCIPE AMEDEO DUCA D'AOSTA" (Milano, 1935-1942) (Motto: In hostem celerrime volant), RAI (Milano, 1946-1953) [da personale e mezzi dell'XI RA "Legnano" del Gruppo di Combattimento "Legnano"], RAS di Corpo d'Armata (Milano, 1953-1957), RAI Semovente Controcarri (Milano, 1957-1961), RAI da Campagna Semovente (Milano, 1961-1963), RAI Pesante Campale Semovente (Milano, 1964). In primo luogo vi furono 3 reggimenti di artiglieria da fortezza, 4 di artiglieria da campo ed un reggimento d'appoggio con numerazione continua (1-8). Reggimenti di Artiglieria: 1° Rgt. In precedenza, reparti a livello compagnia e battaglione avevano avuto tormentate vicende di costituzione e scioglimento o di passaggio in blocco, come per gli "zappatori" nell'Arma di Artiglieria. 133^ Divisione Corazzata "Littorio" (Gen. Gervasio Bitossi, Parma) 12° Reggimento Bersaglieri Servizi Divisionali motorizzati. "Cacciatori delle Alpi" 2° Rgt. Fu costituito nel 1888 come reggimento di artiglieria da campagna del Regio Esercito, fino al 1943. 23^ Squadriglia Autoblindo AB 39/40 e autocarri SPA 25 C Protetti Nel 1975 riassume la denominazione "Sforzesca", e spostata a Villafranca. 1940 - Il 10 giugno 1940 il reggimento ha in organico: comando e compagnia comando, tre battaglioni fucilieri, compagnia mortai da 81, batteria armi di accompagnamento da 65/17. 2º RA da montagna (Bergamo, 1926-1934) (Motto: 2º RAA "Tridentina" (Bergamo, Merano, 1935-1943) (Merano) (Motto: GA da montagna "Vicenza" (Brunico, Elvas, 1975-1991), GA pesante campale "Vicenza" (Trento, 1991-1992). Regio Esercito - Aiutante di Artiglieria Ippotrasportata, 1916 - Capitano di Fortezza, 1917 - Mitragliere di prima classe 1171 Compagnia Autonoma di Mitraglieria, 1918 phuniformes.be Regio Esercito - Fante del 66° Reggimento, Brigata Ancona Truppe di Corpo d’Armata. 2° Reggimento Artiglieria Divisionale. Facebook. Dal 1997 assume l'attuale denominazione. Il sistema, dotato di missili ASTER a lancio verticale, è in grado di contrastare sia la minaccia aerea sia la minaccia di missili balistici. 27º RA "Di Legnano" (Milano, 1935-1939) (Motto: 27º RAP controcarri "Legnano" (Milano, 1948-1952), 27º RA controcarri di Corpo d'armata (1952), 27º RA pesante campale (Milano, 1952-1957), 27º RA pesante campale semovente (Milano, Udine, 1957-1964), 27º RA pesante semovente (Udine, 1964-1985), 27º GA pesante semovente "Marche" (Udine, 1985-1992), 28º RA per Divisione di fanteria (Cuneo, 1934-1935). 9º RA pesante campale (Foggia, 1963-?) Il Regio Esercito. 6º RA pesante campale (Modena, 1926-1934) (Motto: 6º Raggruppamento artiglieria di Corpo d'Armata (Modena, 1940-1943). [3], Nella sua storia il 17º Reggimento artiglieria ha meritato le seguenti onorificenze alla bandiera:[4], Voci su unità militari presenti su Wikipedia, Reggimenti di artiglieria dell'Esercito Italiano, 17º Reggimento artiglieria controaerei "Sforzesca", Esercito Italiano, Il medagliere del 17º reggimento artiglieria controaerei, Armoriale della Cavalleria dell'Esercito Italiano, 17º Reggimento artiglieria contraerei "Sforzesca", 1º Reggimento artiglieria "Cacciatori delle Alpi", 5º Reggimento artiglieria terrestre "Superga", 8º Reggimento artiglieria terrestre "Pasubio", 11º Reggimento artiglieria da campagna "Legnano", 11º Reggimento artiglieria da campagna semovente "Teramo", 13° Reggimento artiglieria da campagna semovente "Granatieri di Sardegna", 21º Reggimento artiglieria terrestre "Trieste", 24º Reggimento artiglieria terrestre "Peloritani", 27º Gruppo artiglieria pesante semovente "Marche", 33º Reggimento artiglieria terrestre "Acqui", 132º Reggimento artiglieria corazzata "Ariete", 1º Reggimento artiglieria terrestre (montagna), 2º Reggimento artiglieria terrestre "Vicenza", 3º Reggimento artiglieria terrestre (montagna), 4º Reggimento artiglieria controaerei "Peschiera", 5º Reggimento artiglieria contraerei "Pescara", 121º Reggimento artiglieria contraerei "Ravenna", Reggimento artiglieria a cavallo "Voloire", 185º Reggimento artiglieria paracadutisti "Folgore", Comando artiglieria dell'Esercito Italiano, Armoriale dell'artiglieria dell'Esercito italiano, Scuola di artiglieria dell'Esercito Italiano, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=17º_Reggimento_artiglieria_contraerei_%22Sforzesca%22&oldid=114124994, Reggimenti di artiglieria dell'Esercito italiano, Voci con campo Ref vuoto nel template Infobox unità militare, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, 1° V-Shorad, con sistemi d’arma a corto raggio SIDAM e Stinger. 14º RAP (Pesaro, Ferrara, 1888-1934) (Motto: 14º RA per Divisione di fanteria (Ferrara, 1934-1935). Nel giugno 1940 il numero dei reggimenti d'artiglieria nei diversi settori di aggirava intorno ai: Accanto a queste c'erano piccole formazioni e unità tra le quali anche l'artiglieria aerotrasportata. Il Reggimento Artiglieria Terrestre "a Cavallo", tradizionalmente conosciuto con l'appellativo di "Voloire", è la attuale componente di artiglieria della Brigata di cavalleria Pozzuolo del Friuli dell' Esercito Italiano. Nel 1975 venne creata, nel quadro di un'ampia riforma dell'esercito, una brigata di artiglieria missilistica indipendente (la 3º "Aquileia"), dalla quale dipendevano alcune unità speciali di sorveglianza e acquisizione ("13º Gruppo acquisizione obiettivi - GRACO", con 1 batteria ricognitori teleguidati - oggi noti come droni - e 1 batteria di paracadutisti RAO) e che era equipaggiata con missili del tipo "Lance" e testate atomiche americane. 46º RA "Divisione motorizzata Trento" (Motto: 48º RA per Divisione di fanteria (Albenga, 1935-1936), 48º GA da campagna "Taro" (L'Aquila, 1975-1992), 52º RA "Peloritana II" (Messina, 1935-1936), 52º RA "Torino" (Civitavecchia, 1938-1943), 52ºRAP controcarri "Cremona" (Acqui, 1947-1951), 52º RA pesante (Alessandria, Brescia, 1953-1975), 52º GA da campagna "Venaria" (Brescia, 1975-1991). Indice Principale. Regio Esercito . Inizialmente numerati 1° e 2° di ciascuna Brigata che deteneva il nome, ad esempio 1° e 2° reggimento Brigata Aosta, furono poi inseriti in un unica lista e rinumerati. Voce principale: Lista dei reggimenti dell'Esercito Italiano. Dal 1997 assume l'attuale denominazione. 18º RA da campagna (L'Aquila, 1888-1934) (Motto: 18º RA di Divisione di fanteria (L'Aquila, 1934-1935). Il duca Carlo Emanuele I, con un editto del 30 luglio 1625, ordinò che i "bombardieri" organizzati in compagnie venissero trasferiti in un'unità speciale all'interno della milizia. Come tutte le truppe più antiche dell'Esercito Italiano, anche l'artiglieria ha tratto origine dall'Esercito del Regno di Sardegna. Le migliori offerte per MEDAGLIA REGGIMENTALE ARTIGLIERIA DA FORTEZZA REGIO ESERCITO 15/18 WWI sono su eBay Confronta prezzi e caratteristiche di prodotti nuovi e … 9º RA pesante campale (Ancona, Senigallia, Foggia, Teramo, 1920-1934) (Motto: 9º Raggruppamento artiglieria di Corpo d'Armata (1940-1943). 5º RA pesante campale "Superga" (Udine, 1992-2001) (Motto: 6º RA / Reggimento da campagna (1860-1870), 7º RA / Reggimento da campagna (Modena, Firenze, Pisa, 1860-1870), 7º RA per Divisione di fanteria (Pisa, 1934-1935). Il 17º Reggimento artiglieria controaerei "Sforzesca" è un reggimento d'artiglieria dell'Esercito Italiano. Scritto il Maggio 15, 2019 Maggio 15, 2019. 9º RAS di Corpo d'armata (Lucca, 1953-?) Con lo stesso regio decreto del 13 novembre 1870 cambiò denominazione in 5º Reggimento artiglieria, a seguito della riorganizzazione dell’Arma e risultò formato da: uno Stato Maggiore, 2 batterie a cavallo, 6 batterie da battaglia e 5 batterie da piazza, per virtù di tale … Gruppo artiglieria da montagna "Susa" (1951-1975) (inquadrato nel 1º Reggimento artiglieria da montagna) (Motto: Gruppo artiglieria da montagna "Udine" (VI) (1915-1926) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna) [1915-1918 Fronte orientale], Gruppo artiglieria da montagna "Udine" (1926-1943) (inquadrato nel nuovo 3º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Udine" (Tolmezzo, Udine, 1975-1992) (autonomo), Brigata artiglieria da montagna "Vicenza" (1909-1910) (inquadrata nel 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Vicenza" (VII) (1910-1926) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna) [1915-1918 Fronte orientale], Gruppo artiglieria da montagna "Vicenza" (1926-1943) (inquadrato nel nuovo 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Vicenza" (1952-1975) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Vicenza" (Brunico, 1975-1991) (autonomo, mantiene le tradizioni del 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria pesante campale "Vicenza" (Brunico, 1991-1992) (autonomo, mantiene le tradizioni del 2º Reggimento artiglieria da montagna), IV Gruppo artiglieria da montagna (obici) (1923-1926) (inquadrato nel 1º Reggimento artiglieria da montagna), IV Gruppo artiglieria da montagna (obici) (1923-1926) (inquadrato nel 3º Reggimento artiglieria da montagna), IV Gruppo artiglieria da montagna (obici) (1923-1926) (inquadrato nel 2º Reggimento artiglieria da montagna), Gruppo artiglieria da montagna "Val Chisone" (1939-1942) (inquadrato nel 6º Reggimento artiglieria alpina), Gruppo artiglieria da montagna "Val Chisone" (1942-1943) (autonomo? 5^ Divisione Fanteria “Cosseria” (Gen. Alberto Vassari, Ventimiglia) 89° Reggimento Fanteria Divisionale ), 11º RA per Divisione di fanteria (Alessandria, 1934-1935). A novembre dello stesso anno, il Regio Esercito Italiano poté contare solo sulle 28 batterie da 149/A della Krupp, totale 112 pezzi d’artiglieria. 1 HQ at Bortigali. 3º RA da montagna (Gorizia, 1926-1934) (Motto: 3º RAA "Julia" (Gorizia, 1935-1943) (Motto: GA da montagna "Conegliano" (Gemona, Udine, Tolmezzo, 1975-1992). Sedi dei reparti del Regio Esercito nel 1940. (Motto: Reggimento misto di artiglieria della Sardegna (Motto: 41º RAP controcarri (Firenze, Bassano del Grappa, 1947-1951), 41º RA controcarri (Bassano del Grappa, Padova, 1951-1952). La numerazione delle formazioni si orientava oramai verso la loro rispettiva specialità. Ricostituito il 1º gennaio 1947 a Novara, da reparti d'artiglieria del Gruppo di combattimento "Cremona", nel 1953 diviene 17º Raggruppamento artiglieria contraerei. 202° Reggimento Artiglieria Motorizzata (del Regio Esercito) 202^ Batteria Camicie Nere d’Accompagnamento da 65/17. 8º RA pesante campale (Roma, 1926-1934) (Motto: 8º Raggruppamento artiglieria di Corpo d'Armata (Roma, 1940-1943) [1940-1942 Albania; 1942-1943 Grecia], 8º RA pesante campale (Viterbo, Modena, 1951-1986), 8º GA pesante campale "Marmore" (1986-1992), 8º RA pesante campale (Modena) (1991-1992). Prese parte alle guerre coloniali e alla prima guerra mondiale. Sei su Regio Esercito . Le migliori offerte per MEDAGLIA REGGIMENTALE 2° RGT ARTIGLIERIA PESANTE REGIO ESERCITO 15/18 WWI sono su eBay Confronta prezzi e caratteristiche di prodotti nuovi …

Ho Paura Di Rimanerci Male Tumblr, Ristorante Cucina Veneta Padova, Ristorante Bolognese Milano, Lezione Di Geografia Prima Media, Irama Fidanzata Giulia, San Pietro Roma, Come Sapere Dove Abita Una Persona, Marinetti Manifesto Tecnico Della Letteratura Futurista Pdf, Menelik Ne Fu Il Negus,