combattenti curde uccise

Il mattino seguente, i combattenti dell'ISIS erano a soli 2 chilometri dalla città, e i combattimenti continuavano. Alcune cifre 7000 donne curde yezide, cristiane, sciite e musulmane sono state imprigionate dal daesh nel carcere di Telafer nei pressi di Mosul. Il coraggio delle donne curde, che combattono la più feroce delle guerre. Le combattenti curde sono la prima difesa contro Daesh. Attacco ai curdi, inizia la strage: uccisi otto civili tra cui due bambini. Nel filmato (uno dei tanti crimini di guerra) si vedono i miliziani che si identificano come i “Mujahideen di Faylaq al-Majd”, ”Jihadisti del Majid corps”’ che urlano “Allah u Akbar” (Dio è grande) davanti ai cadaveri di combattenti donne curde appena uccise. Bisogna esserne coscienti. Gli arresti e le uccisioni hanno spesso un carattere simbolico, per ribadire che il potere, uccidendo le donne, vuole abbattere ogni istanza di libertà. Perché hanno difeso l’ideologia della emancipazione. La minaccia esiste. ... Nel gennaio 2013, tre attiviste curde, tra cui Sakine Cansiz, sono state uccise proprio a Parigi, tutti gli elementi indicano il coinvolgimento dei servizi turchi. Secondo quanto riportato da TPI a rendere noti i loro nomi è il comando generale delle unità di difesa delle donne (Yekîneyên Parastina Jin, Ypj), sul sito dell’Unità di protezione delle donne. Secondo fonti curde, 19 donne sarebbe state uccise per essersi rifiutate di fare sesso con dei guerriglieri dell'Isis. Le combattenti curde di YPJ continuano a lottare senza tregua contro i nemici di tutta l’umanità. ... Tutte donne misurate, con una grazia composta, solenni, anche le combattenti. A questo punto, l'ISIS controllava il 75% del cantone di Kobanî, mentre le forze curde avevano solo il controllo di Kobanê, della piccola città di Shera e di 15 villaggi limitrofi. A Mosul 19 donne giustiziate dai combattenti Isis per essersi rifiutate di avere rapporti sessuali.La notizia arriva da fonti curde.L'Onu conferma: esiste un listino prezzi delle schiave del sesso. Innegabile il coraggio delle combattenti curde che non hanno mai smesso di combattere per difendere le loro terre massacrate e che spesso sono state brutalmente uccise per questo, come nel caso delle tre donne curde rapite e decapitate dall’Isis. Ceylan Aşkan e Sakîna Mıhemed, due combattenti curde impegnate negli scontri con l’esercito turco e le milizie jihadiste alleate di Erdogan nel nord est della Siria, sono morte in battaglia. Secondo le fonti, 394 forze curde sono state uccise dall’inizio della Operazione turca Olive Branch ad Afrin. Le immagini riguardano alcune donne curde. Le forze curde hanno trovato un accordo con il regime di Assad, impensabile fino a qualche giorno fa, per far entrare oltre l'Eufrate truppe di Damasco "a protezione" della cittadina chiave di Kobane. Il 4 gennaio 2016 a Silopi, cittadina turca al confine con l’Iraq, 3 politiche curde sono state uccise dalle forze di sicurezza nel … Fonti curde hanno confermato che durante gli scontri di sabato, decine di militanti sostenuti dalla Turchia, tra cui un comandante sul campo del gruppo terroristico Faylaq al-Sham, Mahmoud al-Dames sono rimasti uccisi.

Paolo Calissano 2019, Hotel Mare E Pineta, Pierluigi Diaco Wikipedia, Dimissioni Sotto Congedo Parentale, Zoldo Di Cadore, Italia-costa Rica 2014, Quarto Oggiaro Milano Today, Unife Economia Orari, Max Gazzè Album, Canzoni Italiane Che Parlano Di Scuola,